Carlo Porfilio

BIOGRAFIA

Carlo Porfilio ha suonato con:

Dodi Battaglia, Mario Biondi, Marco Masini, Enrico Ruggeri, Luca Carboni, Stefano D'Orazio, Ignazio Boschetti (Il Volo), Gigi D'Alessio, Mietta, Silvia Mezzanotte, Marco Ferradini, Mariella Nava, O.R.O, Ian Paice, Jennifer Batten, Stuart Hamm, Uli Jon Roth, Fio Zanotti, Dennis Chambers, Tony Levin, Matt Bissonette, Hiram Bullock, Tom Coster Jr., Blaze Byley, Kelly Joice, Awa Ly, Simon Fitzpatrick, Alfredo Golino, Massimo Moriconi, Ares Tavolazzi, Max Ionata, Big Band UM diretta da Roberto Spadoni e tanti altri.

Nato ad Atessa in provincia di Chieti nel 1974, all'età di otto anni, a stretto contatto con il fratello Claudio, anch'egli batterista, si innamora della musica e dello strumento ed inizia a studiare e a suonare da autodidatta tutti i giorni sui dischi dei Deep Purple, Led Zeppelin e Police. Durante tutto il periodo scolastico prende lezioni da insegnanti locali e, pian piano, amplia le sue conoscenze musicali. L'innamoramento per la musica e lo strumento è talmente forte da spingerlo ad incrementare le ore e la qualità dello studio. A 18 anni decide di perfezionarsi ed arricchire le proprie conoscenze trasferendosi a Roma per la durata di 5 anni.

Carlo, nel tempo, studia con batteristi professionisti di fama internazionale quali: Ettore Mancini, Claudio Mastracci, Giampaolo Ascolese, Massimo Moriconi (basso-batteria), Derek Wilson e Maurizio Dei Lazzaretti. Successivamente si affida alla maestria di Maurizio Dei Lazzaretti, Alfredo Golino e per qualche lezione stage a Lele Melotti. Nel frattempo segue dei seminari tenuti dai migliori batteristi-musicisti di fama mondiale: Vinnie Colaiuta, Dave Weckl, Steve Gadd, Jack De Johnette, Dennis Chambers, Peter Erskine, Marco Minneman, Steve Smith, Gregg Bissonette, Virgil Donati, Ian Paice, Simon Phillips, Billy Sheehan, Andy Timmons, Mike Mangini, Gavin Herrison, Johnny Rabb, Jojo Mayer, Thomas Lang, Berklee In Umbria '94 e Daniel Gottlieb; poi gli affezionati Maurizio Dei Lazzaretti, Lele Melotti, Alfredo Golino, Massimo Moriconi, ecc.

Non solo. Tutti questi grandi musicisti vengono invitati periodicamente da Carlo alla sua Accademia Nazionale per tenere seminari, stage, corsi di perfezionamento e di aggiornamento, a ribadire la stima reciproca che si è consolidata negli anni.

Contemporaneamente si costruisce anche un'esperienza on stage di oltre 30 anni, nel corso dei quali collabora con oltre 200 formazioni di diverso genere musicale (Jazz, Pop, Funk, Rock, Hard Rock, Blues, Latin, Fusion, Jungle, Reggae, Acustico Unplugged, Popolare, ecc.) alternando i concerti live (circa 4.000) alle session in studio, (circa 500) e registrando con numerosi gruppi, musicisti e cantanti solisti, album, cd, dvd e vinili, ad oggi in commercio.

Parallelamente porta avanti un'intensa attività d'insegnamento, iniziata nel 1997 (anno in cui nasce anche il suo trio dedicato alla storia della batteria e del jazz, da dove è nata la musica moderna). Il suo trio si chiama "Famous Standards With Style" e gira l'Italia e l'Europa suonando in concerti live, rassegne, festival e manifestazioni, piazze, auditorium, teatri e jazz clubs, tra cui, per citarne alcuni: Boite a Musique (Montreaux Jazz), Jazz sotto la Torre (Palena, Ch), Festival Internazionale "Spoltore Ensemble", "Jazz in Città (Pescara Jazz), Velletri Blues Festival, Nei Suoni dei Luoghi (Festival di Cassacco, Go), Caramanico Jazz Festival, Napoli Jazz Festival, Festival di Cinecittà (Roma), Festival Jazz Up (Civitella del Tronto, Te), Roma in Jazz, Tuscia in Jazz, Baia Domizia Blues Festival, Comune di Teano, Musica e Teatro per i diritti (L'Aquila), Festival delle Murge (Corato, Ba), Atessa in Jazz, Kavatik in Jazz (Spoltore, Pe), Cantina Bentivoglio (Bologna, tempio del jazz); Be Bop Jazz Club, (Roma) il "Palladium" e il "Piper" a Roma, Cotton Club a Roma; il "Paradosso Jazz Club" a Livorno, il "Teatro Rossetti" di Trieste, il "Barfly" ad Ancona, il "Classico" a Roma, il "Gilda" a Roma, il "Gimmi's Club" di Milano, il "Teatro D'Annunzio", "Auditorium Flaiano", il "Megà", l'Auditorium "De Cecco", il teatro "Circus" e il "Marni Jazz Club" di Pescara, "Le Cave" di Isernia, Corto Maltese a Roseto degli Abruzzi, Be Bop Club e Corcovado Jazz Club a Lanciano, ecc.

Dopo aver iniziato ad insegnare privatamente viene invitato in varie scuole e accademie in qualità di docente di musica per bambini e adulti: Pandiatonica di Luigi Rossi (nelle sedi di Piane D'Archi e Palombaro, Ch); Roland School (Lanciano, Ch, di Mauro La Pietra); Accademia di Musica Moderna (Ortona, Ch, di La Peble); Inventio Musici (Ortona, Ch, di Giuseppe J.); Centro Culturale Start (Castelnuovo al Vomano, Te); Scuola di Musica di Avezzano "Fusion-Art"; Scuola di musica Euphonia (Castel di Sangro, Aq), Rod's Garage Accademia Musicale Moderna (Castel Di Sangro, Aq), Accademie Lizard, Scuola Civica di Fara S. Martino e Scuola di Musica Atena di Termoli.

Alla fine degli anni Novanta diventa direttore di Progetto Musica, a Lanciano, dove ha modo di imparare la gestione di una realtà come un'accademia. In contemporanea al Progetto Musica, crea dal nulla l'Accademia Nazionale "LA CASA DEL BATTERISTA", di cui è ideatore, fondatore e direttore. Il marchio della stessa è registrato presso la Camera di Commercio e il Ministero per lo sviluppo economico. Decine e decine di scuole di musica si affiliano al marchio de "La Casa del Batterista", tanto che ad oggi gestisce 70 sedi in tutto il territorio nazionale italiano e dove, insieme ad uno staff nutrito di professionisti (diplomati presso la stessa accademia), insegna ed abilita altri insegnanti di batteria.

Con il passare del tempo tutti i colleghi con cui ha collaborato e suonato (chitarristi, bassisti, cantanti, tastieristi, ecc.) convincono Carlo a creare "case" per altri strumenti musicali e non solo. Dopo la nascita di queste nuove "case", si rafforza l'idea di unificarle e da qui il nuovo marchio "IL PAESE DELLA MUSICA". Sotto la direzione di Carlo, la nuova accademia si amplia sempre di più e crea nuove case, dando vita e spazio ad altri corsi importanti, ed offrendo anche il meglio e il necessario per avvicinare i giovani e non al fantastico e magico mondo della musica. Ad oggi, esiste www.ilpaesedellamusica.it, dove è possibile trovare tutto ciò che si desidera in ambito musicale.

Parallelamente Carlo tiene in tutta Italia molte masterclass e seminari di batteria e di musica, dove dà sempre il massimo di sé per trasmettere il suo sapere e la sua esperienza, acquisiti in tanti anni di studio e di concerti. In questi eventi presenta il suo programma didattico scritto in 15 anni, intitolato "La Batteria". Il programma, racchiuso in 17 fascicoli (e 4 raccoglitori), svolge e spiega un metodo di insegnamento in 5 livelli, più un corso di base specifico per l'ammissione al 1º livello de "La Casa del Batterista". In totale sono quasi 1.000 pagine di corso, per imparare a suonare e padroneggiare la batteria, partendo da zero fino al perfezionamento. Il corso "La Batteria" riscuote notevole interesse e successo anche tra tutti gli affiliati che, negli anni, lo hanno usato e lo continuano ad usare.
Carlo ha partecipato anche a diverse trasmissioni televisive molto popolari, su emittenti nazionali (Rai Uno, Rai Due, Rai Tre, Sky) e regionali; poi è stato anche intervistato in trasmissioni radiofoniche, su varie emittenti come Radio Montecarlo (Montecarlo Night), Radio Italia, e altre Radio locali.

Oggi, dopo aver provato e suonato con diversi prodotti di quasi tutti i marchi presenti sul mercato internazionale musicale, Carlo è endorser ufficiale del marchio AGNER, che gli ha dedicato una bacchetta "signature" (AGNER 5B CARLO PORFILIO SIGNATURE), la quale rispecchia in maniera esatta la sua esigenza timbrica artistica. Per quanto riguarda lo strumento della batteria, Carlo si è legato da tempo all'artigiano DI BERARDINO DRUMS, che ha prodotto un modello "signature" esclusivo, che rispecchia in maniera esatta la sua esigenza di suono artistico, nei vari generi musicali.
Per il Tour Perle, con il grandissimo Dodi Battaglia, utilizza anche il suono vintage LUDWIG, del quale è innamorato (visti i suoi riferimenti giovanili, quali Deep Purple e Led Zeppelin).
Inoltre è legato, come endorser, al marchio abruzzese Livezoner41 (i migliori In Era Monitor sul mercato musicale) ed al prestigioso marchio REMO, che fornisce le migliori pelli da sempre. Per i marchi appena citati, Carlo partecipa quale dimostratore anche ad eventi e fiere (fiera di Francoforte "Music Messe", Milano, Bologna, Rimini, ecc.).

Attraverso la vibrazione del cuore, della mente e del fisico, Carlo si esprime artisticamente al meglio per dare le emozioni più intense e vere a chi ascolta la sua musica.

© 2004- Carlo Porfilio - C O N T A T T I
Progetto di ecsit